Scegli i prodotti Tamoil più adatti alle tue necessità.




Lubrificanti


Lubrificanti, un ruolo essenziale

La richiesta di prestazioni sempre più spinte, che gli oli minerali puri, utilizzati fino agli anni ‘40, non potevano più soddisfare, ha reso indispensabile l’uso dell’additivazione, vale a dire di particolari prodotti chimici (gli “additivi”) in grado di impartire al lubrificante nuove e interessanti proprietà o di migliorare quelle esistenti.

E' compito del Dipartimento Sviluppo Prodotti Tamoil individuare gli additivi che meglio rispondono alle esigenze applicative dei vari prodotti, così da unire il massimo delle prestazioni con il rispetto dell'ambiente, condizione quest'ultima che gioca sempre più un ruolo determinante nello sviluppo formulativo dei lubrificanti.


Approfondimento

La produzione dei lubrificanti

Una ricerca accurata, che esamina i singoli problemi di lubrificazione e propone soluzioni che possono prevedere o meno l'uso di basi sintetiche o di sofisticati additivi, è il momento più delicato della realizzazione di un nuovo prodotto, che deve poi superare tutta una serie di test di laboratorio e motoristici tesi a verificarne la reale efficienza. Ogni lubrificante infatti è messo a punto in conformità ai dettami di vari sistemi di classificazione:

  • SAE per le viscosità,
  • l'americana API e l'europea ACEA per le prestazioni motoristiche

    Spesso poi, soprattutto per i prodotti Top Quality, sono estremamente importanti il superamento delle varie specifiche emesse da Costruttori, quali DaimlerChrysler, Volkswagen, VOLVO, Porsche ecc. Queste specifiche o classifiche prevedono collaudi di laboratorio, motoristici al banco e addirittura prove su strada, ognuna delle quali si riferisce alla verifica di singole prestazioni, quale detergenza, disperdenza, caratteristiche antiusura e così via.

    Ultimata la prima fase di studio e definita così la composizione del prodotto e le sue caratteristiche chimico-fisiche, possiamo entrare nella fase operativa di produzione; lo stabilimento in cui avviene ha il nome di "blending", dall'inglese to blend, miscelare, e già il nome evidenzia la funzione più importante dell' impianto, e cioè quella di miscelare, in opportune condizioni operative, i vari componenti del lubrificante che giungono al serbatoio di miscelazione attraverso tubazioni dedicate, per evitare pericoli di contaminazioni. Ogni partita di lubrificante prodotta viene controllata analiticamente per verificarne la rispondenza alla specifica di produzione, identificata attraverso un numero di partita che troveremo sui vari imballi, e successivamente inviata a modernissime linee di confezionamento nelle quali trovano posto anche sistemi automatici per il controllo delle quantità, che scartano automaticamente le confezioni fuori dalle specifiche di riempimento. Il prodotto così confezionato è inviato agli appositi magazzini di stoccaggio, pronto per l'impiego cui è destinato.

  • Lavora con noi | Contattaci | Mappa del sito | Termini e condizioni | Credits | Tamoil.com